Book Series Corpus Christianorum in Translation , vol. 38

Girolamo di Stridone

Commento al profeta Abacuc

Sincero Mantelli

  • Pages: 195 p.
  • Size:156 x 234 mm
  • Language(s):Italian
  • Publication Year:2022

  • € 40,00 EXCL. VAT RETAIL PRICE
  • ISBN: 978-2-503-59483-5
  • Paperback
  • Available
  • € 40,00 EXCL. VAT RETAIL PRICE
  • ISBN: 978-2-503-59484-2
  • E-book
  • Available


Il commentario al profeta Abacuc di Girolamo raccoglie l'eredità di Origene e offre un'interpretazione unitaria dell'opera, concentrandosi in particolare sulla composizione in Dio di bontà e giustizia

BIO

Sincero Mantelli (Parma, 1978), insegna Storia della Chiesa e Patrologia presso la Facoltà Teologica dell'Emilia Romagna. Dal 2018 è docente invitato presso l'Institutum Patristicum Augustinianum di Roma. La sua ricerca verte principalmente sull'edizione critica di testi patristici e sull'esegesi dei Padri della Chiesa.

Summary

Girolamo completa il Commentario al profeta Abacuc nel 393 e lo dedica all'amico Cromazio, vescovo di Aquileia. Nel percorso esegetico che lo vede impegnato a spiegare l'intero corpus profetico, l'interpretazione di Abacuc dipende fortemente da Origene, sulla cui eredità sorgerà proprio in quell'anno la famosa controversia. Girolamo offre un doppio commento, al testo ebraico e a quello greco dei Settanta. Al primo dedica una spiegazione per lo più letterale, mentre al secondo è riservata l'esegesi di stampo allegorico. Un punto qualificante del commento di Girolamo è la coerenza interpretativa, che riesce a stabilire anche fra l’esegesi dei primi due capitoli e il terzo, il cosiddetto cantico di Abacuc, che ha la forma di un salmo. I suoi predecessori, notando una certa estraneità fra la vicenda storica dell’oppressione di Nabucodonosor (cap. 1-2) e il cantico, avevano dato di quest’ultimo testo una lettura cristologica indipendente dall’interpretazione della prima parte. Girolamo, invece, riesce a congiungere nella sua esegesi anche quest’ultima parte (che verosimilmente risulta aggiunta da un redattore al testo profetico), anticipando e applicando il senso cristologico anche ai primi due capitoli grazie a inserti in cui annuncia proletticamente la venuta di Cristo.

La versione latina originale del testo proposto in traduzione in questo volume è pubblicata nella collana Corpus Christianorum. Series Latina con il titolo Hieronymus – Commentarius in Abacuc (CCSL 76-76A bis 1). I rimandi alle pagine corrispondenti dell’edizione sono forniti a margine di questa traduzione.