Book Series Textes et Etudes du Moyen Âge, vol. 30

Corpo e anima, sensi interni e intelletto dai secoli XIII-XIV ai post-cartesiani e spinoziani

Atti del Convegno Internazionale, Firenze, Dipartimento di Scienze dell'Educazione e dei Processi Culturali e Formativi, 18-20 settembre 2003)

G. Federici Vescovini , V. Sorge , C. Vinti (eds)

  • Pages: 576 p.
  • Size:165 x 240 mm
  • Illustrations:1 b/w
  • Language(s):Italian
  • Publication Year:2006

  • € 30,00 EXCL. VAT RETAIL PRICE
  • ISBN: 978-2-503-51988-3
  • Paperback
  • Available
  • € 30,00 EXCL. VAT RETAIL PRICE
  • ISBN: 978-2-503-53920-1
  • E-book
  • Available


Review(s)

"Les actes du colloque, organisé à Florence en septembre 2003 par Graziella Federici Vescovini et Valeria Sorge représentent un volume extrêmement riche dont la grande hétérogénéité constitue seuelement une partie de l'intérêt : les contributions portent sur des auteurs grecs, arabes, juifs, latins, ainsi que sur des figures capitales de la pensée moderne ; des auteurs qu'on voit rarement réunis dans le même projet historiographique." (Revue des Sciences Philosophiques et Théologiques, 2007, 4, p. 751)

Summary

I contributi raccolti nel volume permettono di ricostruire alcuni nuclei storico-dottrinali sulla natura dei sensi interni e sulle complesse relazioni anima-corpo; tale problema attraversa l'intera storia della filosofia, dalla tarda antichità fino al radicale mutamento di prospettiva operato da Cartesio, Spinoza, Malebranche e dai grandi maestri del Seicento. Da queste ricerche emergono le differenze semantico-concettuali e le diverse valutazioni della phantasia, della imaginatio, intesa come cogitatio, o ragionamento estimativo e valutativo, e degli altri sensi interni - mutamenti e novità introdotti soprattutto grazie alla mediazione dei filosofi e degli scienziati arabi. Questi nuovi orizzonti del filosofare costituiscono, secondo modalità gnoseologiche e ontologiche variabili da un filosofo all'altro, il sostrato delle noetiche e delle metafisiche della tradizione aristotelica medievale e rinascimentale. Per quanto concerne la filosofia moderna, gli studi qui condotti mostrano come il nesso anima-corpo non si costituisca attraverso la mediazione della sensibilità interna o esterna intesa nei modi tradizionali delle correnti filosofiche tardo-antiche e medievali, ma si configuri piuttosto come problema dell'identità della persona psico-fisica e della sua stessa individualità. Tali ricerche evidenziano, quindi, da una parte quanto sia complesso l'orizzonte delle teorie delle funzioni mediane della psiche, tra intelletto e senso; dall'altra, come esse non siano riducibili agli stereotipi modelli interpretativi monisti o dualisti - fisicisti o spiritualisti - tanto della tradizione antica e medievale quanto di quella moderna.

Gli studiosi che hanno collaborato al volume sono degli specialisti di storia della filosofia tardo-antica, medievale e moderna: A. Allegra, G. Belgioioso, J. Biard, F. Bonicalzi, C. Vinti, P. De Leemans, F. Desideri, P. Di Vona, G. D'Onofrio, G. Federici Vescovini, G. Mari, M. Mc Vaugh, F.A. Meschini, O. Rignani, C. Pedretti, L. Pepe, R. Perini, F. Piro, M. Rashed, C. Santinelli, V. Sorge, M. Thurner, C. Trottmann, C. Vinti, J. Wilcox .