Book Series Studia Artistarum, vol. 54

Filosofia e medicina in Italia fra medioevo e prima età moderna

Luca Bianchi, Luigi Campi (eds)

  • Pages: approx. 300 p.
  • Size:156 x 234 mm
  • Illustrations:6 col., 2 tables b/w.
  • Language(s):Italian, French, English
  • Publication Year:2024


Pre-order*
  • c. € 90,00 EXCL. VAT RETAIL PRICE
  • ISBN: 978-2-503-61316-1
  • Hardback
  • Forthcoming (Oct/24)

Forthcoming
  • c. € 90,00 EXCL. VAT RETAIL PRICE


Across a suprising array of sources, this volume spotlights the links between medicine and philosophy in medieval and Renaissance Italy.

BIO

Luca Bianchi insegna Storia della Filosofia Medievale all’Università degli studi di Milano. Si occupa in particolare di storia della tradizione aristotelica e averroista dal XIII al XVI secolo. Fra i suoi libri: Censure et liberté intellectuelle à l’Université de Paris (Paris 1999); Studi sull’aristotelismo del Rinascimento (Padova 2003); Pour une histoire de la “double vérité” (Paris 2008). Con Simon Gilson e Jill Kraye ha curato il volume Vernacular Aristotelianism in Italy from the Fourteenth to the Seventeenth Century (London 2016).

Luigi Campi insegna Storia della Filosofia Medievale all’Università degli studi di Milano. Si interessa principalmente di temi di metafisica realista, teologia razionale e soteriologia nel basso Medioevo, con particolare attenzione al pensiero di John Wyclif e alla sua fortuna in Inghilterra e Boemia. Ha curato l’edizione critica del De scientia Dei di John Wyclif (Oxford 2017) e, insieme con Stefano Simonetta, il volume Before and After Wyclif: Sources and Textual Influences (Basel 2021).

Summary

Il volume raccoglie alcune delle relazioni presentate durante il 4° Colloquio Internazionale della Societas Artistarum. Svoltosi presso l’Università degli studi di Milano il 7-9 novembre 2019, esso si proponeva di approfondire da prospettive diverse come si sia configurato nell’Italia medievale e rinascimentale il rapporto fra medicina e filosofia. Alcuni contributi si soffermano sul contesto storico-istituzionale dell’insegnamento e della pratica della medicina, sull’uso di dottrine etiche e di strumenti logici e retorici da parte dei medici. Altri contributi, avvalendosi anche di documenti e testi inediti, analizzano invece temi interdisciplinari come le teorie della generazione e la natura delle acque fluviali oppure mettono a fuoco il pensiero e l’opera di medici-filosofi come Bartolomeo da Salerno, Taddeo Alderotti, Antonio da Parma, Ludovico Boccadiferro.

TABLE OF CONTENTS

Luca Bianchi e Luigi Campi, Prefazione

Danielle Jacquart, Médecine et philosophie dans le commentaire à l’Ars medica de Barthélemy(XIIe siècle)

Jacques Verger, Arts et médecine dans les universités italiennes au Moyen Âge : un lien nécessaire ?

Chiara Crisciani, Silenzio, parole e discorsi del medico: tra scienza ed etica, tra filosofia e retorica

Joël Chandelier, Les médecins et la philosophie morale en Italie XIVe siècle

Gabriella Zuccolin, In un concepto varïati effetti: Twins between medicine and philosophy in Dante and Cecco d’Ascoli

Aurélien Robert, Filosofia e medicina in Taddeo Alderotti: i rapporti tra l’anima e il corpo

Gianfranco Fioravanti, Antonio da Parma tra filosofia e medicina. Il commento al Canon di Avicenna, le Questiones super De generatione e Super libros Metheorologicorum

Dragos Calma, L’homme sans pensée. L’averroïsme d’Antoine de Parme et la Questio de Budapest

David A. Lines, Philosophy Teaching and Filiations of Learning in Sixteenth-Century Bologna: Ludovico Boccadiferro’s Early De Anima Lectures

Elisa Andretta, Della natura delle acque. Filosofia e medicina nel Del Tevere di Andrea Bacci (1576)

Indice dei manoscritti