Skip Navigation Links
Artes (ARTES 7)

Le fortificazioni arcaiche del Latium vetus e dell' Etruria meridionale (IX-VI sec. a.C.)
Stratigrafia, cronologia e urbanizzazione. Atti delle Giornate di Studio. Roma, Academia Belgica, 19-20 settembre 2013

P. Fontaine, S. Helas (eds.)
Add to basket ->
approx. 294 p., 150 b/w ill. + 100 colour ill., 210 x 270 mm, 2017
ISBN: 978-90-74461-85-6
Languages: Italian, English
PaperbackPaperback
The publication is available.The publication is available.
Retail price: EUR 75,00 excl. tax
How to order?

Scavi stratigrafici recentissimi o tuttora in corso hanno sconvolto la datazione di importanti cinte arcaiche del Latium vetus e dell’Etruria meridionale. D’altra parte, se gli anni ’70 e ’80 segnano l’età dell’oro per l’esplorazione archeologica delle mura arcaiche nel Lazio, occorre tuttavia ammettere che i risultati degli scavi effettuati all’epoca sono rimasti in gran parte inediti: la cronologia delle opere si trova così sempre più esposta alla critica da parte degli storici.

Partendo da questa duplice costatazione, le Giornate di Studio dedicate nel 2013 alle fortificazioni arcaiche del Latium vetus e dell’Etruria meridionale furono incentrate sull’obiettivo di arricchire, con dati di scavo finora inediti, la base dei punti fermi per la cronologia delle mura. La scelta dei siti ritenuti per le Giornate risponde a tale esigenza: Veio, Castellina del Marangone, Gabii, Colle Rotondo, Ficana, Laurentina Acqua Acetosa, Lavinium, Satricum e Collatia-La Rustica. L’approccio archeologico venne prolungato da una riflessione sull’emergere delle città arcaiche nell’Italia centrale tirrenica, allargando il discorso ad altre aree europee (Grecia, Europa centrale e Gallia). Gli Atti di queste Giornate, raccogliendo quindici contributi, intendono valorizzare una documentazione poco conosciuta ed inserire nuovamente le cinte murarie arcaiche nell’ambito delle ricerche riguardanti un fenomeno maggiore della storia dell’area tosco-laziale, quello del processo di urbanizzazione prima dell’500 a.C.

Paul Fontaine (1954, Bruxelles), filologo classico e archeologo, ha insegnato l’Etruscologia e le antichità italiche all’Università di Louvain. Attualmente è professore di archeologia e di storia dell’Antichità all’Università Saint-Louis di Bruxelles. Autore di una tesi sulle cinte murarie dell’Umbria (1988), ha contributo all’edizione della Revue belge de philologie et d’histoire (da 1987 a 2003) e ha pubblicato gli Atti del convegno L’Étrurie et l’Ombrie avant Rome. Cité et territoire (2010). Le sue ricerche toccano maggiormente l’Italia centrale preromana e romana pre-imperiale, con lavori sulle fortificazioni dell’Etruria e di Roma, e contributi di epigrafia e di iconografia. È stato borsista della A. von Humboldt-Stiftung all’Archäologisches Institut der Universität zu Köln ed è membro straniero dell’Istituto Nazionale di Studi Etruschi ed Italici di Firenze.

Dr. Sophie Helas ha conseguito il Dottorato di ricerca in Archeologia Classica nel 1999 a Colonia con uno studio sulle case puniche a Selinunte, Sicilia. Dal 2002 al 2008 è stata referente scientifico per l’Istituto Archeologico Germanico di Roma. Attualmente lavora come ricercatrice presso la Rheinische Friedrich-Wilhelms-Universität di Bonn e si occupa del progetto sostenuto dalla Deutsche Forschungsgemeinschaft sulle fortificazioni preromane di Gabii, dove ha diretto gli scavi dal 2008 fino al 2014. Accanto all’interesse per l’Italia centrale preromana è attiva nel campo scientifico dell’archeologia fenicio-punica. Insieme a Dirce Marzoli ha edito gli atti del convegno sull’urbanistica fenicio-punica Phönizisches und Punisches Städtewesen – Urbanistica fenicia e punica, 2009 ed è membro della rete di Darmstadt  ˝Von Kanaan nach Gibraltar und zurück – die Phönizier im Mittelmeerraum". È coeditrice del volume Frühgeschichte der Mittelmeerkulturen. Pauly-Supplementbandes 10 (2015).

Table of Contents

Premessa. Henner von Hesberg – Wouter Bracke

Ringraziamenti

Elenco degli iscritti e partecipanti

Introduzione. Paul Fontaine – Sophie Helas, Le foritificazioni arcaiche del Latium vetu e dell’Etruria meridionale (IX – VI sec. a.C) : stratigrafia, cronologia e urbanizzazione. Genesi e bilancio di due Giornate di Studio

Francesca Boitani – Folco Biagi – Sara Neri, Le fortificazioni a Veio tra Porta Nord-Ovest e Porta Caere

Gilda Bartoloni – Luca Pulcinelli, Veio. Le mura di Piazza d’Armi

Paul Fontaine, Castellina del Marangone (Comune di S. Marinella, Roma). Sondages stratigraphiques sur l’enceinte « Bastianelli »

Marco Fabbri – Stefano Musco, Nuove ricerche sulle fortificazioni di Gabii. I tratti nord-orientale e settentrionale

Sophie Helas, Nuove ricerche sulle fortificazioni di Gabii. Le indagini sul versante orientale dell’acropoli e sul lato meridionale della città

Gabriele Cifani – Alessandro Guidi, Le fortificazioni nel territorio di Anzio

Anna De Santis – Stefano Musco, Vecchi e nuovi dati sui sistemi difensivi della città latina di Collatia

Alessandro Bedini, Laurentina Acqua Acetosa (Roma). Il sistema difensivo dell’abitato protostorico: i dati di scavo 1976-1980

Tobias Fischer-Hansen, Ficana (Monte Cugno). The Fortifications from the Early History of the Settlement

Alessandro Maria Jaia, Le mura di Lavinium

Marijke Gnade, Le fortificazioni arcaiche dell’antica Satricum. Indagini archeologiche nell’area urbana inferiore

Sandra Gatti – Domenico Palombi, Le città del Lazio con mura poligonali: questioni di cronologia e urbanistica

Rune Frederiksen, Fortifications and Archaic City in the Greek World

Manuel Fernández-Götz – Dirk Krausse, Early Centralisation Processes North of the Alps: Fortifications as Symbols of Powerand Community Identity

Abstracts – Riassunti

Indice dei siti

Interest Classification:
Classics, Ancient History, Oriental Studies
Ancient history & archaeology: Europe
Rome (with Italy and adjacent territories)

Privacy Policy - Terms and Conditions © 2017 Brepols Publishers NV/SA - All Rights Reserved