Skip Navigation Links
Nutrix (NUTRIX 11)

Anselmo d’Aosta e il pensiero monastico medievale

L. Catalani, R. de Filippis (eds.)
approx. 650 p., 1 colour ill., 160 x 240 mm, 2017
ISBN: 978-2-503-54840-1
Languages: Italian
PaperbackPaperback
The publication is in production.The publication is in production. (09/2017)
Retail price: approx. EUR 120,00 excl. tax
How to order?

This volume collects the papers read by more than twenty Italian and German scholars at the eighteenth congress of the Società Italiana per lo Studio del Pensiero Medievale (SISPM) and focused on the thought and influence of Anselm of Aosta (1033-1109), one of the key figures of the philosophy and theology of the Middle Ages. The collected essays are devoted to present the main aspects of Anselm’s speculation, focusing on: his theological perspectives, his methodology for the construction of a systematic and rationally knowledge, and the value of his pedagogic approach, his politics reflections, his idea of monasticism and his logical competences. Many papers are also consecrated to the widespread and diversified influence of his legacy: traces of his philosophy and his questioning method are easily recognizable in the greatest thinkers of the twelfth century (starting from Abelard and Hugues of Saint-Victor) up to Duns Scotus and even to Nicolaus de Cusa.

For the variety of research approaches and the deepness and attention of the philosophical/theological analyses of the single papers, the volume aims for becoming a milestone of the studies on Anselm, his times and his interpretation of the world.

Il volume raccoglie i contributi esposti da più di venti studiosi italiani e tedeschi durante il XVIII Congresso della Società Italiana per lo Studio del Pensiero Medievale (SISPM), incentrato sul pensiero di Anselmo di Aosta (1033-1109), figura chiave della filosofia e teologia del Medio Evo, e la sua influenza. I saggi qui presentati trattano gli aspetti principali della speculazione di Anselmo, concentrandosi sulle sue prospettive teologiche, sulla sua metodologia per la costruzione di una conoscenza sistematica e razionale, sul valore del suo approccio pedagogico, sulle sue riflessioni politiche, sulla sua idea di monasticismo e sulle sue competenze logiche. Molti contributi sono dedicati alla variegata e diversificata influenza della sua eredità culturale. Tracce della filosofia e del metodo interrogativo di Anselmo sono facilmente riconoscibili nei maggiori pensatori del XII secolo, a partire da Abelardo e Ugo di San Vittore fino a Duns Scoto e persino Nicola Cusano.

La varietà degli approcci della ricerca da una parte, e dall’altra la profondità e perspicuità dell’analisi filosofica e teologica nei singoli contributi, fanno di questo volume un punto di riferimento nel panorama degli studi su Anselmo, il suo tempo e la sua interpretazione del mondo.
Table of Contents

Parte prima: Anselmiana

Giulio d’Onofrio, Leggere Anselmo

Alessandro Ghisalberti, La nuova frontiera ermeneutica delle opere speculative di Anselmo. Problemi e prospettive

Inos Biffi, Le rationes necessariae di Anselmo d’Aosta: audacia o utopia?

Armando Bisogno, Si vis, quaeramus quod sit veritas. Anselmo e il modello pedagogico monastico

Italo Sciuto, Significato e valore del mondo laico nel pensiero di Anselmo d’Aosta

Matteo Zoppi, Tra il chiostro e il mondo: linee del pensiero ‘politico’ anselmiano

Pietro Palmeri, Ricerca della verità, volontà di giustizia e desiderio di felicità nel monachesimo di Anselmo d’Aosta

Silvio Tafuri, Il problema della significazione nel pensiero di Anselmo

Carlo Chiurco, Anselmo filosofo dell’Infinito: La natura elenctica dell’unum argumentum

Roberto Nardin, Una lettura monastica del Cur deus homo. Indagine sui presupposti del metodo anselmiano

Marcella Serafini, Una ‘rilettura’ del Cur Deus homo in prospettiva cristocentrica

Romana Martorelli Vico, Il ‘quadrato’ di Anselmo (dal Cur Deushomo): dalla generazione divina alla generazione biologica. Significato simbolico e storico-dottrinale di uno schema dialettico

Luigi Catalani, La ragione monasticanell’epistolario di Anselmo d’Aosta

Parte seconda: Contesto e fortuna

Fabio Cusimano, Benedetto di Aniane e la legislazione monastica carolingia attraverso i capitularia

Pierfrancesco De Feo, Gratia qua maior inveniri non potest:l’eredità cristologica anselmianain Ugo di San Vittore e Abelardo

Concetto Martello, Influenze anselmiane nel secolo xii. Il caso della Summa sententiarum attribuita a Ottone da Lucca

Bernhard Hollick, Logica ed ermeneutica: la parafrasi sillogistica come strumento di interpretazione di testi filosofici nel dodicesimo secolo

Maria Borriello, Il monachesimo e le scuole nel passaggiotra il dodicesimo e il tredicesimo secolo

Alessandro Pertosa, L’influenza di Anselmo d’Aosta nella letteratura controversistica dei Correctoria

Luca Parisoli, La non-universalità del principio di contraddizione: un’ipotesi su un approccio filosofico da Anselmo d’Aosta a Duns Scoto

Davide Monaco, Maius quam cogitari possit. Anselmo e Cusano

Angelo Maria Vitale, Il ruolo del monachesimo benedettino nel platonismo cristiano del Rinascimento

Luigi Della Monica, L’argomento ontologico nell’apologetica cristiana di Ralph Cudworth

Interest Classification:
Philosophy
Early Christian Philosophy (Tertullian to Bede)
Religion (including History of Religion) & Theology
Christian Theology & Theologians
Eastern Fathers
Western Fathers (c. 160-735)

Privacy Policy - Terms and Conditions © 2017 Brepols Publishers NV/SA - All Rights Reserved